Oggi ti invitiamo a fare una passeggiata fuori casa, ci sembra il modo migliore per parlarti dell’Out Of Home (OOH), il settore che gestisce tutte le forme pubblicitarie presenti al di fuori delle mura domestiche.

Seguici, facciamo due passi per la città, o se preferisci andiamo in aeroporto, in un centro commerciale, … come dici? Prendiamo un mezzo pubblico? Si può fare! E ora guardati attorno, alla fermata dell’autobus, sulla facciata di quel palazzo in ristrutturazione, sotto i portici, sui taxi, e le panchine le hai notate? Quante pubblicità e in quante forme abbiamo incontrato! Ci hai fatto caso?

Pensa a quanto tempo trascorri fuori casa, agli spostamenti che fai per lavoro o nel tempo libero, a quanti messaggi pubblicitari ti vengono proposti e in quale moltitudine di forme. Ora pensa che potresti far parte del folto gruppo di consumatori (oltre il 40%) che si trova ad essere più ricettivo ai messaggi che lo raggiungono mentre è fuori di casa, ed ecco che ti è facile capire l’importanza e l’impatto della pubblicità Out of Home (OOH).

Già che ci sei, prova a immaginare la difficoltà nel gestire tutti i messaggi che ci circondano, una bella sfida, vero? E le difficoltà economiche che ci troviamo ad affrontare, non facilitano di certo le cose. Eppure, l’OOH, che gestisce uno dei modi più antichi di fare pubblicità, con grande dinamismo ha saputo reinventarsi, innovarsi e incrementare la sua presenza nella giungla della comunicazione.

Se vuoi una testimonianza da parte di chi tutti i giorni opera in questo complesso settore, puoi guardare l’intervista al dott. Candia di GPS Network, se invece sei interessato a una soluzione per la gestione a 360° delle campagne outdoor, ti presentiamo il nostro Larix.