Hai mai sentito parlare di false friends? Questa espressione si utilizza in linguistica per indicare quelle parole o frasi di una certa lingua che, pur presentando una notevole somiglianza fonetica e condividendo le radici con termini di un’altra lingua, hanno significati profondamente diversi.

E hai mai pensato di trovare qualche false friend anche a livello informatico? Ebbene sì, capita spesso, in ambito lavorativo, di utilizzare le parole ERP e sistema gestionale per parlare del medesimo prodotto informatico, quasi come se fossero sinonimi.

In realtà non è così: si tratta, infatti, di due mondi differenti con peculiarità e obiettivi ben separati su cui spesso la direzione aziendale basa il proprio processo lavorativo e organizzativo e anche la strategia aziendale.

Addirittura?! Eh sì, le peculiarità dei due prodotti e l’introduzione di uno dei due in azienda genera meccanismi differenti in termini di workflow, pianificazione del lavoro, qualità e controllo direzionale.

Vediamo nel dettaglio cosa significa tutto questo.

Il software gestionale tende a raccogliere, organizzare e consuntivare informazioni nelle diverse aree di gestione. Non è insolito, infatti, nelle aziende che utilizzano software, trovarne di diversi, ognuno con un focus ben preciso: uno per la contabilità, uno per la finanza, uno per le risorse umane.

I software possono, quindi, essere visti come scatole riempite di informazioni di fondamentale importanza a livello aziendale, ma organizzate a compartamenti stagni: i sistemi infatti lavorano separatamente, anche perché non pensati per interagire tra loro.

Una delle tante difficoltà che si incontrano nell’organizzare un business aziendale è proprio legata al fatto di riuscire a far dialogare le diverse aree funzionali, le quali utilizzano linguaggi completamente diversi e hanno diversi tempi di reazione.

L’ERP nasce esattamente per ottimizzare questa comunicazione, curandone la qualità e indirizzandola allo stesso tempo alla crescita aziendale e alla risoluzione delle problematiche.

Ciò che distingue, quindi, un software gestionale da un ERP è il livello di interazione con tutti i processi aziendali e la conseguente capacità di elaborare i dati e proporre azioni e soluzioni, controllare i flussi e fornire i dati di sintesi utili per le scelte strategiche aziendali.

Come un ERP può fare tutto ciò e quali sono le sue caratteristiche peculiari, però ve lo spieghiamo la settimana prossima!